sabato 21 gennaio 2012

Negoziante, ladro, fancazzista ed evasore fiscale

Per quanto possa sembrare divertente e spensierata, la vita del negoziante non è affatto semplice. Tenete presente che non esistono norme che tutelino il suo lavoro, esiste solo una cosa che tutti chiamano RISCHIO IMPRENDITORIALE, della serie: hai scelto di fare sta vita e mo so cazzi e stracazzacci tuoi.
Una banalità...digitando su Google parole a caso tipo norme tutela diritti commerciante ecco cosa esce...



Escono solo ed esclusivamente DIRITTI DEL CONSUMATORE.

Leggendo le prime 3 righe di ciascun link, capirete ben presto che per il negoziante NON ESISTE MODO DI TUTELARSI.
Si evince solo che:

* il commerciante deve assicurare e garantire bla bla bla (giusto...)
* il consumatore ha diritto a una tutela in caso di bla bla bla (giusto...)

L'unico inghippo è che noi commercianti dobbiamo limitarci a fare appello all'educazione e al buonsenso del consumatore che se ruba verrà punito. Ahahah :)
E se non lo cogli sul fatto? :)
Patate. :)

Il fatto è che i ladri non sono solo coloro che si nascondono oggetti in tasche e borse, ma c'è di ben peggio in giro!
Persone bieche che arrivano con oggetti a detta loro acquistati da te difettati o difettosi. Peccato che non hanno conservato lo scontrino. Merce magari acquistata chissà dove, chissà quando e rivendicano cambi di merce. :)
Altre che, sempre dopo giorni, sostengono di essere uscite dal negozio dopo aver pagato e aver dimenticato lì la merce acquistata. Te ricordi perfettamente di averle viste col sacchetto in mano, ma anche se ti dovesse sorgere il dubbio in negozio il pacchetto non c'è. In automatico passo per ladra ed escono al grido di

"Le farò una pessima pubblicità!" :)

Ma fai un po' come cazzo ti pare, basta che ti levi dalle palle.... :)

è capitato che nella confusione il cartellino di un altro articolo fosse finito nei pressi di un oggetto che costava molto di più. Una signora (che conosceva perfettamente l'articolo perchè già venuta in precedenza a chiedere informazioni sul quell'oggetto in particolare), mi chiede di incartarglielo. Giunto il momento di pagare, io le dico il prezzo reale dell'oggetto...

Signora: Mi scusi, ma lì c'è scritto 20 euro... :)

Io: 20 euro costa la tazza accanto, questo è da 45 euro...Sul cartellino c'è anche scritto Tazza bla bla 20 euro e poco più in là c'è un altro cartello con scritto tazza buh buh 45 euro.

Signora: Quanto ci scommette che se chiamo il vigile ho ragione io? :)

Ladra io, di nuovo. :)

Ecco, questi sono tutti esempi di estorsione... :)

Ma a me, da sti infami chi mi tutela? :)
Molte volte per beneficio del dubbio, paura di ritorsioni o per non perdere la faccia davanti a 10 euro gli si concede il "cambio", lo sconto, gli si fa il favore.

Ingiustizia!

Poi accade che, trovi il bastardo che si accanisce e ti manda qualche controllo e per quanto uno posa cercare di fare le cose in regola e come si devono, qualcosa sfugge sempre, è inevitabile! Una carta compilata male, un numero non trascritto, una svista e sei nella merda. Il problema è che quello che a te sfugge è sempre la prima cosa che a loro balza all'occhio :)
E son cazzi. E se non son cazzi perchè non si vogliono accanire, o perchè la svista non è grave, son comunque seccature.

E poi ci son quelli che pensano che tu sia lì a giocare. Vai in giro a divertirti, porti a casa un sacco di belle cose, le piazzi lì e aspetti che arrivi qualcuno che le vuole, così le insacchetti e incassi. Fai un sacco di soldi senza fare un cazzo, diventi ricco, evadi le tasse e sei felice.
Oh...uguale!

2 commenti:

  1. Misogina, cinica, goffa, viziosa, testarda e simpaticissima.

    ... e ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ciaoooo...chissà se paga davvero la simpatia XD

      Elimina

Visualizzazioni totali